header
Rifacimento tetto Cooperativa Adriatica
Rifacimento tetto Cooperativa Adriatica
Nuovo tetto della Cooperativa
Nuovo tetto della Cooperativa
Rifacimento tetto e impianto fotovoltaico casa civile
Rifacimento tetto e impianto fotovoltaico casa civile
Rifacimento copertura in Eternit
Rifacimento copertura in Eternit
Impianto fotovoltaico da 99Kw a Monselice (PD)
Impianto fotovoltaico da 99Kw a Monselice (PD)
Impianto fotovoltaico da 99Kw a Monselice (PD)
Impianto fotovoltaico da 99Kw a Monselice (PD)
























Normative

22.12.2013
PROROGA DETRAZIONE 65% e 50%

Detrazione 65% e 50%, la Legge di Stabilità le proroga al 2014

Il CdM conferma il rifinanziamento degli incentivi per le riqualificazioni e ristrutturazioni. Il decalage dell’aliquota degli eco-bonus non inizierà prima del 2015 Detrazione 65% e 50%, la Legge di Stabilità le proroga al 2014(Rinnovabili.it) – Sì al rifinanziamento della detrazione 65% per le riqualificazioni energetiche e quella del 50% per le ristrutturazioni. La legge di Stabilità 2014, approvata ieri pomeriggio in Consiglio dei Ministri, conferma le voci circolate all’inizio della settimana, che volevano il Governo impegnato a riconfermare le detrazioni Irpef per gli interventi edilizi con un progressivo decalage dell’aliquota. Nel dettaglio la legge, che prevede interventi per 27,3 miliardi di euro nel triennio 2014-2016, assegna un miliardo di euro agli incentivi fiscali per gli interventi di efficientamento energetico, ristrutturazione e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. In realtà il testo licenziato da Palazzo Chigi apporta delle piccole novità rispetto alle indiscrezioni pervenute sulla bozza del ddl. Il Governo ha infatti deciso di mantenere entrambi i bonus fiscali alla stessa percentuale fino al 31 dicembre 2014, prima di avviare la progressiva riduzione: l’incentivo sul risparmio energetico scenderà nel 2015 al 50% e nel 2016 al 36%, mentre la detrazione per le ristrutturazioni scenderà nel 2015 al 40% per passare quindi nel 2016, definitivamente, alla percentuale del 36% come previsto nella legislazione ordinaria. Inoltre il ddl prevedrebbe anche la proroga del bonus mobili/elettrodomestici al 50% per tutto il 2014.

Articolo Roma, 16 ottobre 2013 Rinnovabili.it

04.08.2013
Detrazioni fiscali del 50%

Proroga Detrazioni Fiscali del 50% per realizzazione impianti fotovoltaici fino a 20 kW

Chi installa un impianto fotovoltaico può usufruire delle detrazioni fiscali IRPEF per recuperare il 50% delle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto. Il recupero del 50% rimane in vigore, a seguito di proroga, fino al 31 dicembre 2013.
Queste detrazioni del 50% non sono da confondersi con le detrazioni fiscali al 65% (ex 55%) per il risparmio energetico. Queste del 65% valgono per gli impianti solari termici per la produzione di acqua calda e per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici (isolamenti, coibentazioni, serramenti, infissi, caldaie, pompe di calore, pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, ecc…).


Come funzionano le detrazioni fiscali per impianti fotovoltaici
Le detrazioni fiscali IRPEF previste per gli impianti fotovoltaici rientrano nel regime di detrazioni più generale previsto per tutti i “lavori di ristrutturazione e recupero edilizio”. Il fotovoltaico rientra tra le tipologie di interventi riconosciuti validi ai fini delle detrazioni fiscali IRPEF. come da Risoluzione N.22/E dell’Agenzia delle Entrate.
Quindi, tutti coloro che hanno intenzione di realizzare un impianto fotovoltaico entro il 31 dicembre 2013, oltre a pagare l’IVA al 10% (questo: sempre), possono detrarre dalle tasse IRPEF il 50% dei costi di realizzazione, fino ad un massimo di 96.000 euro di spesa.
La detrazione viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
Dalla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate sopra citata si evince che le detrazioni fiscali del 50% sono compatibili con lo Scambio sul Posto e il Ritiro Dedicato in quanto meccanismi che realizzano la riduzione dell’assorbimento dell’energia dalla rete.


Chi può accedere alle detrazioni IRPEF del 50%
Possono accedere alla detrazione non solo i proprietari degli immobili sui quali vengono realizzati gli impianti, ma anche gli inquilini o i comodatari. Nello specifico:
• il proprietario o il nudo proprietario
• il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
l’inquilino o il comodatario
• i soci di cooperative divise e indivise
• i soci delle società semplici
• gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

03.03.2013
Conto Termico

NUOVO CONTO TERMICO

Con la pubblicazione del DM 28/12/12, il c.d. decreto "Conto Termico", si dà attuazione al regime di sostegno introdotto dal decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 per l'incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. è il soggetto responsabile dell'attuazione e della gestione del meccanismo, inclusa l'erogazione degli incentivi ai soggetti beneficiari.

Gli interventi incentivabili si riferiscono sia all'efficientamento dell'involucro di edifici esistenti (coibentazione pareti e coperture, sostituzione serramenti e installazione schermature solari) sia alla sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza (caldaie a condensazione) sia alla sostituzione o, in alcuni casi, alla nuova installazione di impianti alimentati a fonti rinnovabili (pompe di calore, caldaie, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo).

Il nuovo decreto introduce anche incentivi specifici per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se abbinate, a certe condizioni, agli interventi sopra citati.

L'incentivo è stato individuato sulla base della tipologia di intervento in funzione dell'incremento dell'efficienza energetica conseguibile con il miglioramento delle prestazioni energetiche dell'immobile e/o in funzione dell'energia producibile con gli impianti alimentati a fonti rinnovabili.

L'incentivo è un contributo alle spese sostenute e sarà erogato in rate annuali per una durata variabile (fra 2 e 5 anni) in funzione degli interventi realizzati. 

03.11.2012
Circolare 3124 del 07/02/2012

PREMESSA

Il DPR 151/11 cambia il sistema di prevenzione antincendio, spostando le competenze ai Professionisti Antincendio
Gli impianti fotovoltaici aggiungono una criticità nuova alla prevenzione incendi, spostando attenzione sulle coperture, quasi mai oggetto di valutazione nei CPI fino ad ora.
Il professionista è tenuto a valutare questa nuova situazione seguendo i dettami di presentazione dei documenti secondo il DPR 151/11 (Progetto preventivo o SCIA) e le indicazioni descritte dalla linea guida 3124 del 3124 del 0.7 febbraio 2012 e successiva circolare di integrazione interpretativa del 5 maggio 2012.

VALIDITÀ DELLA CIRCOLARE
• Stabili soggetti a CPI
• Installazione di generatori fotovoltaici a normale CPI non è coinvolta nella circolare 3124, anche se non guasta seguirne le indicazioni 


22.10.2012
Decreto V Conto Energia

Decreto V Conto Energia

22.10.2012
Regole Applicative V Conto Energia

Regole Applicative V Conto Energia 

15.12.2010
IV CONTO ENERGIA

IV Conto Energia

30.11.2010
CONTO ENERGIA 2007

CONTO ENERGIA 2007 

30.11.2010
Manovra anticrisi. Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri (25/06/2009)

Nel decreto è stata inserito il provvedimento che prevede la detassazione per le aziende degli utili reinvestiti. Deliberata una «riduzione del costo dell'energia per imprese e famiglie». 

30.11.2010
Nuovo Decreto sul fotovoltaico DM 02/03/2009 G.U. n.59 del 12/03/09

Disposizioni in materia di incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare 

30.11.2010
NUOVA PROCEDURA PER LA FORMALIZZ. E SOTTOSCR. DELLE CONV. CONTO ENERGIA

A decorrere dal giorno 11 gennaio 2010 il GSE adotterà una nuova procedura di formalizzazione e sottoscrizione delle Convenzioni in Conto Energia al fine di agevolare ulteriormente l'iter burocratico di concessione dell'incentivo previsto ai sensi del D.M. 28 luglio 2005, D.M. 6 febbraio 2006 e D.M. 19 febbraio 2007 

30.11.2010
DECRETO 18 dicembre 2008

Incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili,ai sensi dell'articolo 2, comma 150, della legge 24 dicembre 2007,n. 244. (GU n. 1 del 2-1-2009 ) 

30.11.2010
Manovra anticrisi. Decreto Legge anticrisi 185/2008. Articolo 19, comma 6

Le spese sostenute a decorrere dal 1° gennaio 2009 per la riqualificazione energetica degli edifici la detrazione d'imposta lorda deve essere ripartita in 5 rate annuali di pari importo (anziché in 3 o 10 anni come previsto attualmente) 

30.11.2010
Finanziaria 2008. Legge 244/2007 Art 289

Art 289. All'articolo 4 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, e successive modificazioni, il comma 1-bis è sostituito dal seguente: «1-bis. A decorrere dal 1º gennaio 2009, nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista, per gli impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 1 kW per ciascuna unita' abitativa, compatibilmente con la realizzabilita' tecnica dell'intervento.Per i fabbricati industriali, di estensione superficiale non inferiore a 100 metri quadrati, la produzione energetica minima e' di 5 kW»